Edifici Religiosi e arte sacra

Di notevole rilevanza dal punto di vista artistico e architettonico sono numerosi edifici religiosi, e molte chiese mantovane, veri e propri scrigni di arte sacra a Mantova.

 

Da segnalare, nell’area del centro storico, il Duomo (Cattedrale di San Pietro) edificato nell’XI secolo, ripristinato dopo un incendio nel Trecento e restaurato all’interno su progetto di Giulio Romano nel XVI secolo. Nel 1756 Nicolò Baschiera sostituì la medievale facciata tardogotica con l’attuale di forme tardobarocche.

 

All’interno del complesso monumentale di Palazzo Ducale, si trova la Basilica Palatina di Santa Barbara, voluta dal duca Guglielmo per le funzioni religiose di corte e costruita su progetto dell’architetto mantovano Giovanni Battista Bertani nella seconda metà del Cinquecento.

La chiesa, concepita per esaltare con acustica ottimale ogni tipologia di sonorità, conserva lo straordinario organo di Graziadio Antegnati del 1565.

 

Anche qui è possibile ammirare rappresentazioni a tema sacro: Il battesimo di Costantino e Il martirio di Sant’Adriano, dipinte da Lorenzo Costa il Giovane, oltre a una pala raffigurante Il martirio di Santa Barbara, a opera di Domenico Brusasorci.

 

Al centro della città sorge la Basilica di Sant’Andrea, capolavoro dell’architettura rinascimentale, progettata da Leon Battista Alberti nel 1472 e terminata nel 1765 con l’inserimento della cupola su disegno di Filippo Juvarra. La basilica, costruita sulla chiesa di un antico complesso benedettino, ospita la cappella funeraria del Mantegna.

 

Sul retro, in Piazza Leon Battista Alberti, è visibile quel che resta del chiostro e del monastero benedettino.

 

Oltre agli edifici religiosi, altre istituzioni ospitano importanti e pregevoli esempi di arte sacra. Molte opere sono conservate nel Museo Diocesano Francesco Gonzaga, in Piazza Virgiliana. Il museo ospita anche capolavori di pittura, preziosissimi arazzi e smalti francesi, opere d’oreficeria di casa Gonzaga e una eccezionale collezione di armature rinascimentali provenienti dal Santuario della Madonna delle Grazie.

Vuoi essere il primo a saperlo?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi le anteprime delle offerte
Oppure
Seguici su