Palazzo Te

Palazzo Te è una delle principali testimonianze dell'epoca Gonzaga a Mantova.

L'edificio fu costruito tra il 1524 e il 1534 in una zona lacustre, a seguito di un intervento di bonifica, su ordine di Federico II.

L'area prescelta era già stata adocchiata da Francesco II, padre di Federico, che ne aveva fatto una zona di addestramento per i suoi cavalli.

La costruzione del palazzo fu affidata all'architetto e pittore Giulio Romano e a una sua folta schiera di collaboratori fidati.

L'opera presenta un'ampia gamma di simboli disseminati al suo interno e un'architettura tutta sviluppata su pianta quadrata, sia per gli ambienti interni, sia per il cortile esterno. I numerosi rimandi all'epoca classica e la particolare topografia lo rendono uno dei palazzi più interessanti di Mantova e della Lombardia.

Oggi Palazzo Te è sede del museo civico della città e ospita quattro sezioni fisse:

  • Sezione Gonzaghesca , con cimeli dell'era Gonzaga e una vasta collezione numismatica
  • Raccolta Egizia “Giuseppe Acerbi” , con un'ampia collezione di reperti archeologici
  • Collezione Mesopotamica “Ugo Sissa” , con numerosi pezzi di arte mesopotamica
  • Donazione “Arnoldo Mondadori” , con una collezione di dipinti donati dall'editore

Palazzo Te è altresì noto per la fondazione a suo nome, dedicata alla promozione della cultura e alla ricerca in campo artistico.

Vuoi essere il primo a saperlo?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi le anteprime delle offerte
Oppure
Seguici su