PELLEGRINI A MANTOVA

La Basilica di Sant’Andrea è stata da sempre meta di pellegrinaggio perché ospita nella sua cripta i Sacri Vasi, pregiate ampolle contenenti il Preziosissimo Sangue di Cristo. La leggenda vuole che Longino, il soldato romano che trafisse il Cristo sulla Croce, ne abbia raccolto il Sangue e l’abbia portato a Mantova. La reliquia viene esposta ai fedeli e portata in processione per la città il Venerdì Santo.

Altra meta secolare di pellegrinaggio è il Santuario della Madonna delle Grazie, in località Grazie di Curtatone a sud della città, fatto costruire da Francesco I Gonzaga nel 1399 come ex-voto alla Madonna per la cessata epidemia di peste. In stile gotico lombardo, con rimaneggiamenti e decori cinquecenteschi, presenta all’interno un esempio vivissimo della fede popolare: la struttura lignea laterale accoglie statue polimateriche a grandezza naturale, realizzate in cartapesta nel XVII secolo ed ex-voto anatomici in cera e pittorici. Al soffitto è appeso un coccodrillo impagliato che, secondo la tradizione popolare, un barcaiolo lasciò come ex-voto dopo essersi salvato dall’aggressione dell’animale per grazia della Vergine. Si tratta in realtà di un coccodrillo del Nilo che l’analisi al carbonio radioattivo ha dimostrato coevo all’edificio.

A Ferragosto si svolge l’antichissima Fiera delle Grazie, che ospita, sul sagrato del Santuario, il concorso internazionale dei Madonnari, artisti di strada che dipingono soggetti sacri con la tecnica del gessetto.

Vuoi essere il primo a saperlo?

Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi le offerte in anteprima
Oppure
Seguici su