LA DOMINAZIONE AUSTRIACA E FRANCESE

Con la caduta della famiglia Gonzaga, Mantova passò sotto la dominazione austriaca e francese.

Nel 1775 fu ampliato il Palazzo Accademico che diverrà la sede della Reale Accademia di Scienze e Belle Lettere fondata da Maria Teresa d’Austria, oggi Accademia Nazionale Virgiliana. Nel palazzo, pochi anni prima, era stato edificato il Teatro Scientifico, piccolo gioiello barocco opera dell’architetto Antonio Galli Bibiena. Il teatro ospitò, a pochi giorni dall’inaugurazione, un concerto dell’allora quattordicenne Wolfgang Amadeus Mozart.

Si deve a Maria Teresa anche la fondazione della biblioteca pubblica, per Preziosi volumi della Biblioteca Comunale Teresiana questo denominata Teresiana, all'interno del Palazzo degli Studi. In perfetto stile neoclassico è Palazzo d’Arco (1782-92), oggi sede museale, che conserva mobili e suppellettili d’epoca oltre a belle tele. Sul giardino si affaccia la Sala dello Zodiaco col ciclo d’affreschi cinquecenteschi.

Il palazzo ha ospitato, nel 1810, il processo del tribunale napoleonico all’eroe tirolese Andreas Hofer, condannato e giustiziato presso la Cittadella di Porto (oggi Cittadella), dove si trova un giardino a lui dedicato. Tra il Settecento e l’Ottocento, infatti, Mantova venne annessa alla Repubblica Cisalpina e occupata dalle truppe napoleoniche. Alla dominazione francese si deve l’intervento di sistemazione dell’area di Piazza Virgiliana a giardino pubblico con il busto del Poeta. L’attuale monumento risale al 1926.

Vuoi essere il primo a saperlo?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi le anteprime delle offerte
Oppure
Seguici su