BRAQUE VIS-À-VIS: IL CUBISMO TRA MUSICA E POESIA

BRAQUE VIS-À-VIS: IL CUBISMO TRA MUSICA E POESIA

 

La programmazione triennale dedicata al Novecento prosegue a Palazzo della Ragione con una nuova esposizione, già a marzo 2019, dedicata a Georges Braque (1882-1963) e curata da Michele Dantini, Professore di storia dell'arte contemporanea all’Università per Stranieri di Perugia.

Georges Braque è stato assieme a Pablo Picasso l’iniziatore del cubismo. Nelle sue opere è evidente l’evoluzione dal cubismo analitico al cubismo sintetico. Un cambiamento di prospettica, di valori che pone prima la completa attenzione sulla sintesi volumetrica e poi ricerca la sovrapposizione di parti distinte privilegiando le composizioni di oggetti a visioni polioculari.

La mostra “Braque vis-à-vis”, dal 22 marzo al 14 luglio 2019 , sarà dedicata al rapporto tra arti figurative, letteratura, musica e poesia e al particolare interesse che, nell’opera di Georges Braque, assumono le arti applicate.

Il progetto espositivo presenta 150 opere e privilegia appunto il periodo tra le due guerre e il secondo dopoguerra; si avvale di un nutrito corpus di opere grafiche, insieme a libri d’artisti e ceramiche, provenienti dal Kunstmuseum Pablo Picasso Münster e indaga l’influenza, spesso trascurata, che Braque ha esercitato sull’arte francese degli anni Sessanta e Settanta.

Il percorso sarà arricchito da gouaches di proprietà del Musée des Beaux-Arts di Belfort, dalla Cité international de la tapisserie di Aubusson e da alcuni olii provenienti da istituzioni europee, tra cui la Fondation Marguerite et Aimé Maeght a Saint-Paul-de-Vence e il Museo del Novecento di Milano. Vi saranno inoltre confronti tra opere di Braque e opere di Matisse, Picasso e Duchamp.

 

Mostra

Vuoi essere il primo a saperlo?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi le anteprime delle offerte
Oppure
Seguici su